Zoomare con il corpo umano. La Microsoft ci prova.

Pubblicato il 14 maggio, 2012 |

L’introduzione della Kinect nel mercato video-ludico da parte di Microsoft ha aperto nuovi scenari di interazione con il mondo digitale. La possibilità di interagire con gli oggetti sullo schermo attraverso i movimenti del corpo punta ad offire sicuramente un maggiore appagamento all’utente.

Al di là del gioco però, la Microsoft sta provando a introdurre ulteriori interazioni. Non solo il movimento di scorrimento verticale nella sua interfaccia Metro (di cui abbiamo già parlato in passato) ma anche la possibilità di zoomare i contenuti, così come avviene già sui tablet e smartphone touchscreen. Solo che invece di trascinare le dita su uno schermo le allarghiamo in aria.

Probabile che sia questo il motivo che ha portato la casa di Redmond a depositare un brevetto per una Snapping User Interface Elements Based On Touch Input. Dai documenti allegati si evince perlopiù la stessa dinamica interattiva presente sull’iPhone. Si “pincia” il video e lo si allarga con le dita. In base al diametro coperto dall’apertura delle due dita, il sistema capisce che deve mettere a pieno schermo tutto il contenuto.

Vedremo se e quando verrà effettivamente integrata questa funzione nella XBOX o in altri dispositivi della Microsoft. E, soprattutto, capiremo se il nostro corpo farà un ulteriore passo verso la manipolazione degli oggetti digitali. Il fine, chissà, è la realizzazione di quanto già visto in Minority Report.

interactive ui in minority report

Commenti

Lascia un tuo commento





Seguici via feed

  • Archivi

  • Tag Cloud